Chi sono

Perché questo sito personale. Ho iniziato tempo fa, strutturando un “contenitore digitale” nel quale andavo a porre, più o meno disordinatamente, parte delle cose che avevo fatto e che stavo facendo. Ho sperimentato poi, più volte, quanto sia stato utile avere la possibilità di “tornare sui propri passi”, rivedere ciò che si è stati, valutare ciò che si è prodotto. Nella soluzione di crisi che stavano minando la mia voglia di fare, tutto ciò è stato talvolta decisivo.

E’ venuto poi il momento di fare ordine, anche perché mi ero convinto che una parte del materiale, che nel tempo aveva riempito questo “contenitore digitale”, poteva essermi di aiuto nel descrivere più dettagliatamente il mio territorio.

Valorizzare il mio territorio. Questo è l’impegno che ho sempre avuto. In questo mio personale contesto, la parola territorio ha un significato ampio: comprende la sua manifestazione geografica, il suo carattere storico, i sedimentati tratti antropici ed i risvolti sociali della nostra attualità.

Salvo qualche eccezione, queste pagine descrivono le attività legate al mio impegno volontaristico per il quale non ho mai percepito, né avrei mai voluto percepire, alcun compenso in denaro o altri beni materiali.

Le sole eccezioni sono rappresentate dai libri Val Montina, Panorami dai Cadini di Misurina e Panorami dall’altopiano di Pian dei Buoi. Essi sono nati, in ogni caso, dall’amore per il mio territorio, con il fine ultimo di contribuire a farlo conoscere e quindi valorizzarlo. La loro realizzazione ha però richiesto anche l’impegno di mie personali risorse economiche che, al solo scopo di ripagare i costi di produzione, hanno reso necessario l’applicazione di un prezzo di vendita (sulla loro versione cartacea).

Per questo, proprio perché mi basta ripagarmi delle spese per la loro produzione (quando ci riesco), ho voluto proporli qui, insieme a tante altre mie realizzazioni volontaristiche, come espressione, prima di qualsiasi altra cosa, del mio attaccamento e della mia passione per il territorio che mi ha visto prima nascere e poi crescere.

Il mio territorio: Lozzo di Cadore ed il Cadore nel suo insieme.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *